I CDR ESPRESSO: CRISI RCS E’ ANCHE CRISI DEMOCRAZIA. GLI EDITORI INVESTANO GLI UTILI INCASSATI

“Il Coordinamento dei CdR del Gruppo Espresso – Repubblica – Finegil – Elemedia è al fianco dei colleghi del “Corriere della Sera” che hanno scioperato contro la proposta di ristrutturazione presentata dalla loro azienda che prevede la riduzione di un terzo dell’organico. Il Coordinamento sostiene l’impegno della Federazione Nazionale della Stampa che dovrà affrontare con crescente forza questo momento difficile per l’editoria tutta”.

Questa la nota diffusa in serata dal Coordinamento dei CdR che ribadisce che “colpire l’informazione, tagliare redazioni e giornalisti, del Corriere come di qualsiasi giornale, significa mettere a rischio l’informazione per tutti, la libertà e le garanzie alla base del sistema democratico del Paese”.

“Affrontare la crisi che investe l’editoria è doveroso e saggio. E i giornalisti sono pronti a fare la loro parte, come sempre. Ma ancora una volta per contrastare le criticità economiche invece di individuare strategie di sviluppo e di innovazione si preferisce tagliare le redazioni e cancellare posti di lavoro. Indebolire le competenze e le professionalità, inaridire la ricchezza e la completezza dell’offerta al lettore, senza offrire in cambio idee per il rilancio di quotidiani e periodici, significa intraprendere una strada senza sbocco.

Le aziende – precisa la nota del Coordinamento – che hanno macinato utili negli anni passati, hanno il dovere di fronteggiare la crisi con le loro risorse. Non è più possibile far ricadere sui giornalisti e sugli Istituti della categoria gli errori o l’assenza di scelte manageriali. Ma soprattutto non si possono chiedere sacrifici intollerabili senza che le Aziende si assumano la responsabilità di presentare piani industriali e strategie di marketing che puntino a nuovi modelli di business e la diversificazione dei prodotti editoriali che sappiano guardare al futuro”. (ANSA).

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


cinque + sei =