CASAGIT PER TE, ECCO GLI IMPEGNI NEL LAZIO DELLA LISTA SOSTENUTA DA PUNTOEACAPO

 

Nel Lazio Casagit Per Te si presenta con 14 candidati. Votali tutti! Ecco il programma della lista in questa regione.

Attenzione: si vota fino alle 18 di sabato 10 giugno.

Giovani e famiglia – Maggiore attenzione e sostegno a maternità ed alla salute dell’infanzia; ampliamento delle prestazioni offerte di Nuovi Profili Casagit, le formule di assistenza sanitaria particolarmente indirizzate ai giovani ed ai colleghi non altrimenti tutelati.

Over 60 – Grande attenzione alle malattie dell’età ed alle patologie neurodegenerative: screening, convenzioni con cliniche specializzate, contatti con Case di sollievo per alleviare le difficoltà alle famiglie.

Informazione – Mantenere e quando possibile migliorare la qualità del servizio reso agli iscritti dagli uffici della Consulta in piazza della Torretta; mantenere il flusso di informazioni agli iscritti su tutti gli aspetti della Cassa; eliminare ogni inutile approccio burocratico e semplificare il linguaggio.

Lenti – Migliorare, grazie agli utili di bilancio, alcune prestazioni. Per esempio: liquidare il rimborso per le lenti ogni anno (e non più due), oppure aumentarlo a 250 euro; alleviare il peso dell’Iva sui ricoveri.

Poliambulatorio – Piazza Apollodoro deve diventare un punto di efficienza vera sul territorio eliminando alcune criticità. Una rete di Poliambulatori convenzionati in città dovrà permettere di gestire con maggiore utilità e efficacia le necessità sanitarie della categoria.

Casagit Card – Attribuire, senza ulteriori ritardi una tessera a tutti i giornalisti iscritti all’OdG per dare accesso alla rete convenzionale Casagit. I colleghi non iscritti a Casagit potrebbero così utilizzare comunque la rete Casagit a loro spese, ma a un prezzo comunque inferiore al mercato.

Parità di genere – Continuare la battaglia da noi già avviata per la parità di genere: le donne sono più della metà dei giornalisti, ma la loro presenza negli organismi di categoria rimane minoritaria.

Trasparenza – Chiediamo al sindacato di rendicontare il contributo che Casagit versa ogni anno: richiesta rimasta sinora inevasa, ma continueremo ad insistere.

Solidarietà – L’impegno solidaristico a sostegno dei colleghi in difficoltà è e deve rimanere il valore fondante di Casagit.

Conflitto intergenerazionale – La tranquillità degli attivi non si fa a spese dei pensionati e viceversa; le opportunità per disoccupati e inoccupati non si costruiscono sulle spalle dei garantiti.

Scenari futuri –  Prepensionamenti, rarefazione dei contratti e contrazione delle retribuzioni, mettono in affanno le entrate della Cassa. Per resistere, Casagit deve allargare la sua sfera di azione, offrendo al mercato la sua competenza specializzata a sostegno di altre categorie. Fare massa critica in un sistema mutualistico è l’unica strada per  reagire ai costi sempre crescenti della sanità.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


20 + 10 =