CASAGIT, TRA DETRAZIONI E DEDUZIONI TUTTI I CONSIGLI UTILI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

di Mario Antolini *

In vista della dichiarazione dei redditi, una serie di informazioni utili per tutti gli iscritti alla Casagit.

ADEMPIMENTI FISCALI – E’ di nuovo tempo di Dichiarazione dei redditi, che quest’anno dovrà essere presentata alla Agenzie delle Entrate tra il 2 maggio e l’8 luglio (in caso di presentazione tramite sostituto di imposta) o il 23 luglio in caso di presentazione diretta (solo per il 730 precompilato) o tramite CAf-intermediario (per il 730 precompilato o ordinario). Per i soci Casagit, questi i punti da tener presente.

Soci contrattualizzati Cnlg e pensionati INPGI – Possono portare in detrazione soltanto la spesa sanitaria non rimborsata da Casagit.

Coniuge e familiari a carico – Per il coniuge e i familiari a carico si possono portare in detrazione tutte le spese sanitarie sostenute, anche se rimborsate interamente o in parte da Casagit. Il contributo pagato con il MAV per il Nucleo familiare non può invece essere portato in deduzione.

Soci volontari, capitari – I soci volontari o capitari (cioé non contrattualizzati né pensionati) possono detrarre l’intera spesa sanitaria sostenuta, a prescindere che sia stata o meno rimborsata da Casagit. Non possono invece dedurre il contributo versato alla Cassa.

Coniuge non a carico – Il coniuge non a carico (per il quale il socio ha pagato nel 2018 il “contributo individuale” di 900 euro) nella propria dichiarazione dei redditi può portare in detrazione tutte le spese sanitarie, anche se rimborsate interamente o in parte da Casagit. Il contributo di 900 euro non è deducibile.

Distinta delle spese mediche – Sul sito www.casagit.it, dal 15 aprile è disponibile nell’Area Riservata Soci – solo per gli iscritti al Profilo Uno – la Distinta delle spese mediche presentate nel 2018, con la specificazione delle somme rimborsate. E’ possibile scaricarla per avere un supporto utile a dare le indicazioni al Caf o commercialista. Per l’accesso alla Area Riservata Soci (che consente di comunicare con Casagit in modo sicuro e di scaricare appunto i documenti per agevolare la compilazione della denuncia dei redditi) è necessaria una password ad hoc: seguite il percorso elettronico sul sito www.casagit.it e riceverete tempestivamente la password, risparmiando tempo ed evitando in futuro inutili attese telefoniche.

730 Precompilato 2019 – Per legge, Casagit invia alla Agenzia delle Entrate la distinta dei rimborsi sanitari di ciascun socio: e su questa base la Agenzia delle Entrate definisce il relativo 730 precompilato. Dal 15 aprile, quindi, la Agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuenti la Dichiarazione precompilata 2019: accedendo alla Area riservata del sito della Agenzia delle Entrate, si possono consultare le informazioni già inserite dal Fisco, che sarà comunque possibile modificare o integrare, direttamente o con l’ausilio di commercialista o Caf.

UNA AVVERTENZA – Fate e conservate le fotocopie della documentazione presentata a Casagit per il rimborso: potrebbero essere utili per le detrazioni nella dichiarazione dei redditi. E’ bene procurarsi la fotocopia anche delle fatture di cliniche ed altre strutture in regime di convenzione diretta: in questo caso, infatti, è vero che la Cassa paga direttamente la struttura sanitaria, ma paga sempre in nome e per conto dell’assistito, al quale è appunto intestata la fattura ed anche questi importi, quindi, rientrano nel regime delle spese sanitarie detraibili.

Casagit continuerà a pubblicare sul sito (Area riservata soci) la distinta delle spese sanitarie lavorate nel corso dell’anno, ma nel 2019 non accetterà più le richieste dei soci ad avere indietro fotocopie della documentazione presentata, a meno che la richiesta non pervenga esplicitamente dall’Agenzia delle Entrate o dalla autorità giudiziaria.

* Fiduciario della Casagit per il Lazio

2 Commenti "CASAGIT, TRA DETRAZIONI E DEDUZIONI TUTTI I CONSIGLI UTILI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI"

  1. Alessandro Barabino | 24 Aprile 2019 ore 9:54 | Rispondi

    Per i figli ultratrentenni non a carico ma iscritti a Casagit valgono le stesse regole del coniuge per le detrazioni?

    • Risponde Mario Antolini. Gentile Alessandro, i figli non a carico devono presentare la loro dichiarazione personale, nella quale possono detrarre le spese mediche integralmente, anche se rimborsate da Casagit. Non possono invece scaricare il contributo versato alla cassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


9 − sei =