CASAGIT, ATTENTI ALLE CHIUSURE ESTIVE. CHE FARE DAL 12 AL 18 AGOSTO PER LE URGENZE

di Mario Antolini *

Alcune informazioni utili per gli assistiti Casagit del Lazio e non solo.

Consulta – In piazza del Torretta 36 a Roma, gli uffici della Consulta Casagit e Inpgi sono chiusi da lunedì 12 a venerdì 30 agosto. Riaprono lunedì 2 settembre.

Direzione Generale – A via Marocco 61 a Roma, gli uffici della Direzione generale sono chiusi al pubblico (anche per le chiamate telefoniche) da lunedì 12 a domenica 18 agosto. Solo per autorizzazioni e urgenze, nei giorni 12 e 13 agosto (9.30-13.30 e 14.30-16) e 14 agosto (9.30-12.00) sarà attivo il numero 06-54883383.

Poliambulatorio Apollodoro – Nella struttura romana il piano terra (fisioterapia) chiude sabato 27 luglio e riapre lunedì 2 settembre. Il primo piano (visite specialistiche, analisi, diagnostica) chiude sabato 10 agosto e riapre lunedì 19 agosto.

BANCO DI NAPOLI? CONTROLLA L’IBAN – A seguito dell’assorbimento nel Gruppo Intesa, le coordinate bancarie dei correntisti presso il Banco di Napoli possono aver subito variazioni. Pertanto, per i correntisti presso il Banco di Napoli – e solo per loro – è necessario verificare il proprio IBAN e, se cambiato, comunicarlo a Casagit per evitare il blocco dei rimborsi e possibili disguidi per l’eventuale addebito SEPA dei contributi associativi.

L’eventuale nuovo IBAN (27 caratteri) può essere comunicato a Casagit attraverso il sito (sezione Area riservata), oppure presso la Consulta in piazza della Torretta, oppure inviando una mail a ars.soci@casagit.eu indicando 1) il nuovo Iban; 2) l’intestario del conto corrente; 3) allegando copia di un documento d’identità.

ALCUNE PICCOLE AVVERTENZE

1) Fare sempre le fotocopie della documentazione presentata per il rimborso: servono per le detrazioni fiscali e nel 2019 Casagit non rilascerà più fotocopie ai soci.

2) Presentare sempre in farmacia la tessera sanitaria: per il rimborso dei farmaci è indispensabile (oltre a ricetta e fustella) anche lo scontrino “parlante”, cioè con impresso il codice fiscale del titolare della prescrizione.

3) Ricordarsi di chiedere al dentista le foto intraoperatorie, richieste da Casagit per procedere ai rimborsi, e la ortopanoramica di fine lavoro quando prevista dal tariffario.

4) Non fidatevi quando vi giurano di praticare il tariffario Casagit: chiedere sempre un preventivo e confrontarlo con il tariffario in vigore e le sue regole (eventuali tetti di rimborso, termini di decorrenza, quote a carico, franchigia, iva, ecc.) per evitare brutte sorprese alla effettiva liquidazione.

* Fiduciario della Casagit per il Lazio

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


diciannove + 17 =