NASCE LA LISTA “SALVIAMO LA CASAGIT”. UN’OCCASIONE PER CAMBIARE, NON SPRECHIAMOLA

 

Il Consiglio di Amministrazione della Casagit ha ammesso il fallimento: il buco nei conti della Cassa è precipitato a 19 milioni di euro. Il Fondo di garanzia (la riserva che serve per coprire eventuali risultati negativi) è sceso da 28,2 milioni a soli 8,7 milioni di euro. E anche per il 2009 e 2010, nonostante l’aumento contrattuale, il deficit previsto è di 2 milioni per il 2009 e di 1,2 milioni per il 2010. E non basterà aver messo le mani nelle tasche dei colleghi, aumentando i contributi relativi ai familiari a carico per ben 2,1milioni di euro!.

Continuando di questo passo, la Casagit rischia la chiusura!

Altro che passaggio contabile dal criterio di cassa a quello di competenza, come hanno detto gli amministratori, ( tutti della maggioranza e sempre gli stessi che da anni governano la Cassa in assoluto monocolore)! E’ stato proprio questo passaggio a far emergere il buco di 13,6 milioni, ai quali se ne sono aggiunti altri sei.

E’ ora di dire basta!

La Casagit è un bene prezioso per tutti i giornalisti. Non può essere appannaggio della maggioranza e di quegli amministratori che, di fronte al disastro, non hanno avuto neanche il pudore di dimettersi!

Dal 6 al 10 giugno ci saranno le elezioni per il rinnovo della Cassa. Non permettiamo che chi l’ha portata al dissesto continui a governare. Cambiamola, salviamola.

 

Con la sigla Salviamo la Casagit, in molte regioni d’Italia ci saranno liste che vedranno impegnate le opposizioni e tutti i colleghi che hanno a cuore il futuro della nostra Cassa. Salviamo la Casagit si impegna a presentare candidati indipendenti e capaci, in grado di operare al meglio.

 

Serve competenza, coraggio e capacità decisionale, ma soprattutto è necessario dare un segnale di forte cambiamento e di discontinuità.

 

I colleghi si preparino al voto. Nei prossimi giorni la Casagit invierà a tutti gli iscritti la password per poter esprimere le preferenze via web.

Conservatela. In vista delle elezioni che inizieranno il 6 giugno Salviamo la Casagit aprirà un ampio dibattito, diffonderà tutte le istruzioni per l’uso e, già nei primi giorni di maggio, tutti i colleghi verranno informati sui nomi e sui programmi.

 

Una cosa è certa: il Consiglio di amministrazione e il collegio dei revisori dei conti della Casagit non hanno giustificazioni per quanto è accaduto.

 

Non sono stati in grado di valutare, di decidere, di vedere!

Sono i responsabili del disastro, hanno taciuto e devono andare a casa!

 

Salviamo la Casagit

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


diciannove − nove =