CASAGIT, A URNE APERTE UN CANDIDATO CONTINUA LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE

di Pierluigi Franz *

Numerosi giornalisti hanno ricevuto sabato 6 via e-mail la Newsletter Casagit numero 4 del 5 giugno 2009 in cui campeggia bene in vista un articolo del vice Presidente vicario uscente Laura Delli Colli dal titolo: “Più “diretta” e assistenza “chiavi in mano”: subito la rivoluzione delle convenzioni. Una manovra già avviata soprattutto a Roma: meno case di cura, dentisti e medici convenzionati ma più qualità, offerta migliore e taglio secco agli sprechi.”

Ritengo gravissimo l’uso improprio di una newsletter da parte di uno dei candidati a Roma che ad urne elettroniche già aperte può inficiare alla radice il voto perché può violare la par condicio elettorale.

Di fronte ad una simile inaudita irregolarità ci si riserva di presentare un esposto alla magistratura a tutela dei diritti degli elettori e degli altri candidati declassati ingiustamente in “serie B”.

Mi chiedo: come mai alla Casagit nessuno ha pensato che ad urne aperte è vietato per un candidato farsi campagna elettorale utilizzando la newsletter ufficiale della stessa Casagit e lo stesso sito internet dove compare in home page il medesimo articolo?

Credo che neppure nel Congo avvengano fatti di simile gravità.  

* Consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti, sindaco Inpgi

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


tre × 4 =