GIORNALISTI VITTIME DELLA MAFIA, L’APPREZZAMENTO DI NAPOLITANO PER IL RECITAL SU COSIMO CRISTINA

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha espresso il suo apprezzamento agli organizzatori del recital teatrale “Uno scandalo italiano – Storia di Cosimo Cristina, il giornalista suicidato da Cosa Nostra” che sarà rappresentato lunedì 2 maggio alle 21, con ingresso libero, presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma per celebrare la Giornata della Memoria dei giornalisti italiani uccisi nel dopoguerra dalla criminalità mafiosa e dal terrorismo.

Lo rende noto Ossigeno per l’Informazione, che ha ricevuto una comunicazione dal capo ufficio stampa del Quirinale, Pasquale Cascella. “Desidero rappresentare – scrive Cascella – l’apprezzamento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per aver promosso la rappresentazione del recital teatrale. Il ricordo di Cosimo Cristina, primo giornalista ucciso in Sicilia nel dopoguerra, la dedica al sacrificio di Vittorio Arrigoni, vittima della ferocia terroristica a Gaza, e il richiamo costante al coraggio professionale di tanti giornalisti che mettono in gioco la propria vita al servizio della verità e per la diffusione della cultura della legalità e l’affermazione dei principi di libertà e di democrazia sono essenziali per una memoria condivisa.  E’ con questi sentimenti che il presidente Napolitano, nell’impossibilità di accogliere il cortese invito a partecipare alla serata, rivolge ai promotori e ai partecipanti della manifestazione il suo fervido saluto augurale, a cui con piacere associo il mio personale”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


6 + 3 =