INPGI, 70.000 EURO A PIOGGIA. INPGI FUTURO LASCIA L’AULA DEL CDA PER PROTESTA

 

Inpgi Futuro lascia per protesta l’aula del Cda durante le votazioni sui contributi a pioggia da parte dell’Inpgi a Fnsi e associazioni amiche.

Un atto forte, ha osservato il consigliere di Inpgi Futuro Carlo Chianura, “per dissociarsi da una pratica che rischia di trasformarsi in una distribuzione di mance e di prebende”.

Negli anni passati Inpgi Futuro si era astenuto o aveva votato contro queste elargizioni, effettuate con fondi derivanti da una convenzione tra l’Inpgi e Unicredit-Banca di Roma. “Ciò è avvenuto in passato non perché non si riconosca il valore di alcune delle iniziative finanziate. Mi riferisco, per restare a quest’anno, alla Fondazione Paolo Murialdi, all’Associazione Carta di Roma o alla Lsdi. Siamo contrari a queste elargizioni per due motivi: il primo è che questo non è un compito istituzionale dell’Inpgi, il secondo che se Fnsi o associazioni varie organizzano iniziative o attività devono farlo attraverso i propri canali di autofinanziamento, vale a dire attraverso le tessere”.

Per la cronaca, ecco i finanziamenti deliberati oggi. Fondazione sul giornalismo Murialdi, 25.000 euro; Congresso della Fnsi del 2015, 15.000 euro; Fnsi, 5.000 euro; Sindacato giornalisti della Calabria, 2.000 euro; Sindacato giornalisti del Veneto, 1.000; Club Media Italie, 1.500; Associazione Carta di Roma, 4.000; Unione nazionale giornalisti pensionati, 6.000; Gruppo Cronisti lombardi, 2.000; Associazione Giulia, 6.000; Associazione Lsdi, 2.000. Respinte le richieste dell’Unione stampa sportiva (Ussi) e dell’Associazione stampa Molise.

In totale, ieri, sono state devolute contribuzioni per 69.500 euro.

Puntoeacapo non ha mai chiesto o ricevuto nessuna forma di contribuzione per le proprie iniziative.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


8 + sette =