INPGI, PRELIEVO SULLE PENSIONI: NASCE IL SITO DEL COMITATO GIORNALISTI NO PRELIEVO

 

Nasce il sito del Comitato Giornalisti NoPrelievo.
“Questa pagina”, si legge nell’articolo di apertura, “nasce per facilitare contatti e informazioni tra i pensionati Inpgi (Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti) impegnati da un paio di anni in una lunga vertenza che intende impedire ad un istituto di previdenza di effettuare con un semplice atto amministrativo un prelievo forzoso sulle pensioni”.

“Le motivazioni della nostra vertenza sono efficacemente descritte in un appello del gruppo GiornalistiNOprelievo, del 3 ottobre 2016, ai ministri del Lavoro Giuliano Poletti e della Economia Pier Carlo Padoan, che ha raccolto 1162 adesioni. Questo il testo dell’appello“.

“Come è del tutto evidente questa vertenza non riguarda i soli giornalisti, ma tutte le categorie dei lavoratori. Perché fino ad oggi i governi, per mettere le mani nelle tasche dei pensionati, hanno fatto ricorso ai legislatori. L’odierno salto di qualità, se dovesse essere lasciato passare come precedente, permetterebbe invece agli istituti di previdenza con un semplice atto amministrativo di aggredire, senza esclusione di colpi, gli importi pensionistici. Non per tre anni, come dice di voler fare l’Inpgi, ma per sempre e non per un 1, 5 o 20%, ma per percentuali ben più consistenti. Forse è proprio per questo che i  ministeri vigilanti, ignorando l’appello, il 21 febbraio scorso hanno approvato la delibera del Cda Inpgi che prevede il prelievo forzoso. Usando il Cda Inpgi come ariete per tentare di sfondare le nostre barricate. A noi non rimane che impugnare questa decisione illegittima davanti ai giudici competenti. In questa fase di organizzazione diventa indispensabile uno strumento agile per scambiarsi informazioni sulle iniziative legali in atto, senza dover ricorrere agli invii massicci di mail che i gestori di posta elettronica limitano per evitare lo spamming. La pagina giornalistinoprelievo.wordpress può svolgere egregiamente questa funzione”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


undici − 1 =