EX FISSA, UFFICIALE: IL CDA INPGI EROGHERÀ IL 15 MAGGIO UN NUOVO PRESTITO ALLA FIEG

L’Inpgi è pronto a dare una mano a Fnsi e Fieg per liquidare l’ex fissa. Il cospicuo prestito (il primo dopo che nel 2014 i ministeri avevano posto il blocco) che andrà a finanziare il Fondo ex fissa è all’ordine del giorno del prossimo Consiglio di amministrazione fissato per martedì 15 maggio.

Come avevamo anticipato, i vertici di via Nizza proporranno ai consiglieri di aderire con una delibera alla richiesta avanzata dalle parti sociali.

Dovrebbe trattarsi di una dozzina di milioni (ma non si conosce ancora la cifra esatta) che l’Istituto presterà alla Fieg al tasso d’interesse del 4,6 per cento annuo in modo da rimpolpare il serbatoio di denaro necessario ad accontentare circa 840 giornalisti dei mille che si sono detti interessati a rinunciare ad una quota del loro credito ex fissa in cambio del pagamento a breve della cifra residua.

Gli altri circa 160 colleghi, che sono in cima all’elenco cronologico degli aventi diritto, in quanto in pensione fin dal 2009/2011, usufruiranno di 6,7 milioni del Fondo di emergenza. Al prestito, Inpgi aggiungerà inoltre un’altra “manciata” di milioni recuperata da un riordino di cassa.

Da questa girandola di operazioni milionarie ci si aspetta anche che i normali flussi di denaro, destinati ad alimentare mese per mese il Fondo dedicato alla prestazione contrattuale, da ora in avanti siano sufficienti a liquidare (regolarmente e senza i patemi d’animo che hanno infelicitato il Natale di molti giornalisti) le rate annuali destinate ai colleghi che non hanno esercitato l’opzione della “rottamazione”. Magari in tempi meno biblici di quelli di annunciati nei mesi scorsi.

2 Commenti "EX FISSA, UFFICIALE: IL CDA INPGI EROGHERÀ IL 15 MAGGIO UN NUOVO PRESTITO ALLA FIEG"

  1. mauro de cesare | 16 maggio 2018 ore 8:14 | Rispondi

    Buongiorno
    solo una domanda: se per liquidare 185 colleghi sono stati necessari circa 7 milioni (erogati dalla fnsi) come si potrà con 14 milioni soddisfare le richieste di rottamazione dei circa 800 colleghi ancora in attesa. Faccio un conto approssimativo: con 7 milioni pagati 200 colleghi, con 14 milioni si pagherebbero 400 colleghi. O no? Cerco una risposta, se possibile.
    Cordiali saluti
    Mauro De Cesare

    • Buongiorno Mauro, ogni ex fissa ha un ammontare diverso da un’altra. Ai circa 7 milioni del Fondo sociale contrattuale e ai 14 prestati da Inpgi si sommeranno altri soldi rivenienti da una aliquota ulteriore versata dagli editori. Il nuovo bilancio tecnico attuariale calcola che questi fondi, nel complesso, saranno sufficienti a pagare tutte le transazioni. Vedremo se sarà davvero così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


20 + due =