CASAGIT LAZIO, ISTRUZIONI PER LE PRATICHE. RIAPERTO IL POLIAMBULATORIO. IL NUOVO 730

di Mario Antolini *

Alcune informazioni utili per gli iscritti alla Casagit.

CONSEGNA PRATICHE RIMBORSO – Al terzo piano di piazza della Torretta 36, gli uffici della Consulta Casagit sono aperti soltanto nei giorni di martedì e giovedì (dalle 10 alle 16) e soltanto per la consegna di documentazione, in particolare per le pratiche di rimborso. Ingresso uno alla volta, nessun contatto con il personale (segnando la propria mail sulla busta si potrà ricevere la ricevuta online), obbligo di mascherina e rispetto della distanza. Questa procedura precauzionale durerà fino a conclusione dello stato di emergenza.

Al Poliambulatorio Casagit di piazza Apollodoro è installata una cassetta postale nella quale è possibile lasciare le pratiche per il rimborso; dalla cassetta sono programmati due ritiri mensili, per l’inoltro alla Consulta: a metà e a fine mese. Il servizio è esclusivamente indirizzato alla raccolta delle pratiche e al loro inoltro agli uffici: il personale del Poliambulatorio non è in grado di dare, né darà, informazioni su tariffari, tempi di liquidazione o altro.

In alternativa, le richieste di rimborso possono essere spedite per posta (raccomandata AR) a Casagit – via Marocco 61 – 00144 Roma.

POLIAMBULATORIO APOLLODORO – Dal 4 maggio, il Poliambulatorio Casagit di piazza Apollodoro ha ripreso la normale attività, sia pure in regime di attento controllo precauzionale. Gli appuntamenti – necessariamente scadenzati per evitare affollamenti – possono essere presi contattando prenotazioni@poliambulatorioapollodoro.it e saranno confermati 48 ore prima con sms (che si suggerisce di conservare per esibirlo ad eventuale controllo delle Forze dell’Ordine); si raccomanda la massima puntualità, così da evitare inutili e pericolosi affollamenti, e soprattutto di rispettare gli appuntamenti fissati avvertendo con almeno 24 di anticipo dell’impossibilità a presentarsi.

All’ingresso, tutti saranno comunque sottoposti a controllo da un infermiere e, se necessario, saranno consegnati mascherina e guanti.

SCADENZE – E’ prorogato fino al 30 giugno il termine per la presentazione al rimborso della documentazione di spesa datata ottobre, novembre e dicembre 2019, nonché di quella datata gennaio, febbraio e marzo 2020. E’ prorogato al 31 maggio il termine per tutti i pagamenti dovuti dai soci a qualsiasi titolo, come per esempio il contributo volontario o quello per i familiari a carico.

***

ADEMPIMENTI FISCALI 2020 – E’ di nuovo tempo di Dichiarazione dei redditi, che quest’anno dovrà essere presentata alla Agenzia delle Entrate tra il 5 maggio e il 30 settembre (scadenza così prorogata dal decreto 28 febbraio 2020) direttamente o tramite il Caf o il commercialista. Per i soci Casagit, questi i punti importanti da tener presente.

Soci contrattualizzati CNLG e pensionati INPGI – Possono portare in detrazione solo la spesa sanitaria non rimborsata da Casagit.

Altre tipologie di iscritti – Coniuge e familiari a carico, Soci volontari o capitari (cioé non contrattualizzati né pensionati), Iscritti ai Nuovi Profili Due, Tre e Quattro, Iscritti a W-IN possono portare in detrazione tutte le spese sanitarie, anche se rimborsate interamente o in parte da Casagit (vedi art. 15 lett C del Testo unico Imposte sui redditi e risoluzione 2571172005 N. 167/E). Il contributo di iscrizione non è deducibile.

Coniuge non a carico – Il coniuge non a carico (per il quale il socio ha pagato nel 2019 il “contributo individuale” di 900 euro) nella propria dichiarazione dei redditi può portare in detrazione tutte le spese sanitarie, anche se rimborsate interamente o in parte da Casagit. Il contributo di 900 euro non è deducibile.

Distinta delle spese mediche – Nel sito www.casagit.it, nella Area Riservata Soci, è disponibile – solo per gli iscritti al Profilo Uno – la Distinta delle spese mediche presentate nel 2019, con la specificazione delle somme rimborsate. Sarà possibile scaricarla per presentarla al Caf o commercialista. Per l’accesso alla Area Riservata Soci (che consente di comunicare con Casagit in modo sicuro e di scaricare appunto i documenti per agevolare la compilazione della denuncia dei redditi) è necessaria una password ad hoc: seguite il percorso elettronico sul sito www.casagit.it e riceverete tempestivamente la password, risparmiando tempo ed evitando in futuro inutili attese telefoniche.

Attenzione – Non tutti i Caf o commercialisti accettano la Distinta delle spese mediche compilata da Casagit e quindi è sempre opportuno fotocopiare le ricevute prima di inviarle alla Cassa per il rimborso. E’ bene procurarsi la fotocopia anche delle fatture di cliniche ed altre strutture in regime di convenzione diretta: in questo caso, infatti, è vero che la Cassa paga direttamente la struttura sanitaria, ma paga pur sempre in nome e per conto dell’assistito, al quale è appunto intestata la fattura ed anche questi importi, quindi, rientrano nel regime delle spese sanitarie detraibili. Come già in passato, anche nel 2020 Casagit non potrà fare le fotocopie della documentazione inviata dai soci; la Cassa è comunque tenuta a conservare gli originali, che possono essere richiesti solo in caso di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate.

730 precompilato 2020 – Per legge, Casagit invia alla Agenzia delle Entrate la Distinta delle spese sanitarie di ciascun socio: e su questa base la Agenzia delle Entrate definisce il relativo 730 precompilato. Dal 5 maggio, la Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti la Dichiarazione precompilata 2020: accedendo alla Area riservata del sito della Agenzia delle Entrate, si possono consultare le informazioni già inserite dal Fisco, che sarà comunque possibile modificare o integrare, direttamente o con l’ausilio del commercialista o del Caf.

* Fiduciario Casagit per il Lazio

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


cinque + 2 =