CASAGIT, ARRIVANO I CONTRIBUTI PER MASCHERINE. COPERTURA PER I GIORNALISTI CHE CONTRAGGONO IL COVID

di Mario Antolini *

Arriva il Pacchetto Covid-19: contributo per test e mascherine, sostegno ai malati

Questo il complesso delle provvidenze varate da Casagit per l’emergenza Coronavirus. I provvedimenti, che dispongono un contributo alle spese sanitarie per il Covid-19, restano in vigore fino al 31 dicembre 2020 e interessano tutti gli associati alla Cassa (Casagit 1; Nuovi Profili 2, 3 e 4; Profilo Uspi; Profilo W-In) e i familiari assistiti.

Test, dispositivi di protezione – E’ previsto un rimborso complessivo di 40 euro per le spese sostenute nel 2020 per accertamenti clinici e diagnostici (tamponi nasofaringei e esami sierologici, validati dal Ssn) nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti, ma escluso il disinfettante). Per il rimborso è necessario presentare a Casagit la prescrizione medica e la fattura (per tamponi e esami sierologici) o gli scontrini parlanti della farmacia (cioè con il codice fiscale) per le mascherine: in questo caso, se la farmacia non è in grado di stampare sullo scontrino la dicitura “dispositivo di protezione individuale”, basterà che sia comunque specificato dal venditore. Questo contributo copre dunque la spesa sanitaria per Covid-19 fino al raggiungimento dei 40 euro complessivamente stanziati nel 2020 per ciascun singolo associato.

Copertura malati Covid – La misura prevede un sostegno economico di 50 euro al giorno (fino ad un massimo di 30 giorni) per chi, nel periodo dal 1 marzo al 31 dicembre 2020, sia stato ricoverato presso strutture del Servizio sanitario nazionale per il trattamento della malattia. La stessa indennità (e sempre nel limite massimo di 30 giorni) sarà corrisposta anche quando, dopo il ricovero, sia stata prescritta dalla autorità sanitaria una convalescenza o un periodo di isolamento domiciliare. Basterà presentare la documentazione rilasciata dagli ospedali e strutture pubbliche del Servizio sanitario nazionale che – si ricorda – sono le uniche autorizzate alla trattamento ed alla cura dei malati di coronavirus.

Scadenze – E’ prorogato fino al 30 giugno il termine per la presentazione al rimborso della documentazione di spesa datata ottobre, novembre e dicembre 2019, nonché di quelle datate 2020.
Consegna pratiche – Al terzo piano di piazza della Torretta 36, gli uffici della Consulta Casagit sono aperti soltanto nei giorni di martedì e giovedì (dalle 10 alle 16) e soltanto per la consegna di documentazione, in particolare per le pratiche di rimborso. Ingresso uno alla volta, nessun contatto con il personale (segnando la propria mail sulla busta si potrà avere la ricevuta online), obbligo di mascherina e rispetto della distanza. Nel frattempo si sta procedendo a mettere in sicurezza gli uffici al primo piano, in vista di una riapertura con l’orario abituale ma con accessi comunque tutelati.

Poliambulatorio Apollodoro – Continua, al Poliambulatorio Casagit di piazza Apollodoro, il regime di attento controllo precauzionale. Gli appuntamenti – necessariamente scadenzati per evitare affollamenti – possono essere presi contattando prenotazioni@poliambulatorioapollodoro.it e saranno confermati 48 ore prima con sms: si raccomanda la massima puntualità, così da evitare inutili e pericolosi affollamenti, e soprattutto di rispettare gli appuntamenti fissati avvertendo con almeno 24 di anticipo dell’impossibilità a presentarsi. All’ingresso, tutti saranno comunque sottoposti a controllo da un infermiere e, se necessario, saranno consegnati mascherina e guanti. Al Poliambulatorio è a disposizione una cassetta per lasciare in busta chiusa le pratiche di rimborso, che saranno ritirate a cura della Consulta con cadenza quindicinale.

* Fiduciario Casagit per il Lazio

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


13 − 9 =