INPGI, MACELLONI ALLA FNSI: SENZA L’EMENDAMENTO SUI COMUNICATORI IN ARRIVO IL COMMISSARIO

“Se non passa l’allargamento della base contributiva con i comunicatori, l’Inpgi verrà commissariato”. Lo ha detto Marina Macelloni (presidente della Fondazione) davanti al Consiglio nazionale della Fnsi.

La frase è stata riferita da Cristiano Degano (presidente dell’Ordine del Friuli Venezia Giulia) anche al Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, riunito nelle stesse ore.

Le parole della Macelloni hanno destato grande impressione e immenso allarme. Il dlgs 509/1994 prevede, quando i conti sono in rosso, il commissariamento per tre anni. Al termine, se i conti non sono in nero, scatta la nomina del commissario liquidatore dell’ente.

Tutti confidano nella presentazione di un emendamento al dl crescita che preveda il passaggio all’Inpgi di 13.900 comunicatori. Lega e M5S hanno firmato un odg recepito dal Governo come raccomandazione, che va in direzione del salvataggio dell’Inpgi. L’istituto paga mensilmente 9.400 assegni di pensione. Ha 200 dipendenti.

Dal sito di Franco Abruzzo.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


due × cinque =