INPGI, QUELLE TRE SENTENZE CONTRO IL PRELIEVO SULLE PENSIONI

Ufficio Studi e Ricerche di Puntoeacapo

MOLTO IMPORTANTE DA LEGGERE CON ATTENZIONE

 

Nell’ultima bozza della riforma delle pensioni INPGI, che doveva restare “segreta”, ma che è scaricabile sia dal sito della FNSI http://www.fnsi.it/inpgi-il-documento-aggiornato-delle-ipotesi-per-rimettere-in-equilibrio-i-conti, sia da quello dell’UNGP http://www.ungp.it/Documenti/ipotesi%20riforma_2.pdf, si prevede che dal 1° gennaio 2017 vengano tagliate per la durata di 3 anni ben 6.554 pensioni di giornalisti a partire da un importo annuo lordo da 38 mila euro in su. Grazie a questo “contributo di solidarietà” l’INPGI, sostituendosi al Parlamento, prevede così di risparmiare complessivamente circa 19 milioni di euro nel prossimo triennio.

Ma lo può fare davvero? Per la Cassazione assolutamente no. Si riportano qui appresso in versione integrale le 2 recenti sentenze della Suprema Corte (la n. 53 del 2015 e la n. 12338 del 2016) che hanno bocciato inesorabilmente il “contributo di solidarietà” sulle pensioni in corso di pagamento, introdotto dopo il 2007 da una Cassa previdenziale privatizzata. Ma se mercoledì prossimo il CdA INPGI decidesse ugualmente di tagliare le pensioni, ignorando i princìpi fissati nei 2 verdetti dei supremi giudici, i Ministeri vigilanti del Lavoro e delle Politiche Sociali e dell’Economia e delle Finanze non avrebbero poi nulla da dire? Perché allora l’ente insiste a voler percorrere a tutti i costi una strada senza uscita?

P. F.

 

Sentenza della Sezione Lavoro della Cassazione n. 53/2015 depositata l’8 gennaio 2015

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20150109/snciv@sL0@a2015@n00053@tS.clean.pdf

Sentenza della Sezione Lavoro della Cassazione n. 12338/2016 depositata il 15/6/2016

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20160616/snciv@sL0@a2016@n12338@tS.clean.pdf

Sentenza n. 6702/2016 del 6 aprile 2016 della Sezione Lavoro della Cassazione

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


18 − sette =