DOPO L’INPGI C’È SOLO L’INPS. LOTTA CON INPGI FUTURO PER LA TUA PENSIONE DI OGGI E DI DOMANI

di Carlo Chianura *

Diciamo subito la verità ai giornalisti chiamati a votare per l’Inpgi: se dovessero fallire i tentativi per salvaguardare la centenaria autonomia dell’Inpgi la strada non potrebbe che essere la confluenza nell’Inps.

Non esistono, purtroppo,  soluzioni intermedie da Prima Repubblica che consentano di avere (o riavere) la botte piena (cioè l’Inpgi ente pubblico) e la moglie ubriaca (cioè un consiglio di amministrazione autonomo). Se “garanzia pubblica delle pensioni” significa questo, attenti perché è una balla.

Vuoti slogan da libro dei sogni. Non si salva la previdenza dando ascolto a ricette miracolistiche. Soprattutto non possono salvarla quanti, dopo aver posto le basi per il disastro, oggi si ergono al ruolo di salvatori della patria.

L’Inpgi si salverà nei prossimi quattro anni solo ed esclusivamente con una battaglia quotidiana per strappare alla politica e agli editori – un pezzetto alla volta, centimetro dopo centimetro – le condizioni per non chiudere.

Per questo rinnoviamo il nostro appello a lottare con un gruppo di giornalisti coerenti e credibili, che in questi anni hanno sempre detto la verità ai colleghi e hanno combattuto assieme a Puntoeacapo per la difesa della professione.

Lotta assieme a Inpgi Futuro per la tua pensione di oggi e di domani.

* Portavoce di Puntoeacapo, coordinatore delle liste di Inpgi Futuro

Qui il nostro programma in pochissime parole

Qui le biografie dei nostri candidati

Qui il volantino con tutti i nomi da votare in blocco

Qui le istruzioni pratiche di voto

IL 10, 11, 12, 15 E 16 FEBBRAIO
NON STARE A GUARDARE
VOTA INPGI FUTURO PER DIFENDERE
IL TUO WELFARE DI OGGI E DI DOMANI

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


5 × tre =