INPGI, SLITTA IL COMMISSARIO MA NASCE UNA COMMISSIONE CON L’INPS PER VALUTARE IL DESTINO DELL’ISTITUTO

Inpgi: una commissione tecnica in cui ci sarà anche l’Inps esaminerà e valuterà entro il 20 ottobre prossimo il destino dell’Inpgi. L’Istituto di previdenza dei giornalisti non sarà comunque commissariato prima del 31 dicembre 2021.

E’ questo il senso dell’emendamento all’articolo 67 del Decreto Sostegni bis presentato dai deputati Sensi, Pellicani, Frailis (Pd) e Capitanio (Lega) e che ci risulta approvato in commissione Bilancio dopo essere stato profondamente riformulato.

Ecco il testo.

Dopo il comma 9 (dell’articolo 67 – ndr.), aggiungere il seguente:

9-bis. All’articolo 1, comma 31, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, le parole: “30 giugno 2021” sono sostituite dalle seguenti: “31 dicembre 2021, al fine di consentire i necessari approfondimenti, che saranno svolti da una commissione tecnica composta da rappresentanti del Ministero del Lavoro, della Presidenza del Consiglio dei ministri-Dipartimento per l’informazione e l’editoria, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, di INPS e di INPGI. La Commissione conclude i propri lavori entro il 20 ottobre 2021. Le attività della Commissione sono svolte senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

Si tratta a prima vista di un compromesso politico tra chi chiedeva un slittamento tout court del commissariamento e chi invece riteneva giunto il momento di dare piena applicazione al decreto legislativo 509 del 1994, nella parte in cui dispone attività di commissariamento in caso di squilibrio finanziario di un ente previdenziale privatizzato.

Il dato politicamente più forte appare al momento la presenza nella commissione dell’INPS.

Aggiornamento

INPGI: MACELLONI, PRONTI A CONFRONTARCI PER AFFRONTARE I NODI STRUTTURALI DELLA CRISI

“L’istituzione di una commissione tecnica che affronti i nodi della crisi strutturale dell’Inpgi è una buona notizia e noi siamo pronti a confrontarci con tutti gli attori del sistema in qualunque momento, tenuto conto della rilevanza istituzionale dell’attività che l’Inpgi svolge nel panorama della previdenza italiana”.

Lo ha detto la presidente dell’Inpgi Marina Macelloni commentando le decisioni della Commissione Bilancio della Camera. “Sono certa che la commissione troverà le soluzioni più adeguate a tutelare il sistema di welfare dei giornalisti italiani e a garantire il rafforzamento economico dell’intero settore”.

 

3 Commenti "INPGI, SLITTA IL COMMISSARIO MA NASCE UNA COMMISSIONE CON L’INPS PER VALUTARE IL DESTINO DELL’ISTITUTO"

  1. Giuseppe Cipriani | 9 Luglio 2021 ore 19:07 | Rispondi

    In pratica poco più di 3 mesi, con agosto di mezzo, per arrivare a soluzioni condivise. Mi chiedo cosa si può riuscire a fare di concreto in così poco tempo, nella speranza che tra tanti autorevoli attori ci sia chi sappia tirare le fila della questione Inpgi. Nessuno può più tergiversare!

  2. Giuseppe Cipriani | 9 Luglio 2021 ore 19:11 | Rispondi

    E si spera che al tavolo possano essere convocati i rappresentanti dei comunicatori, anch’essi parte in causa che non può essere lasciata fuori.

  3. Gianfranco Fabi | 12 Luglio 2021 ore 19:05 | Rispondi

    La realtà è di disarmante chiarezza. Il modello Inpgi è insostenibile. L’allargamento ai comunicatori è un’ipotesi velleitaria e comunque, anche nella migliore delle ipotesi, non risolutiva. La libertà di stampa non sarà minimamente toccata da un eventuale, e auspicabile, passaggio dell’Inpgi sotto l’ombrello dell’Inps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*