INPGI, SCARPELLINI E LARGO LORIA: INPGI FUTURO CHIEDE CHIARIMENTI

 

C’è un riferimento anche all’Inpgi nell’inchiesta che ha portato in carcere l’immobiliarista Sergio Scarpellini e il capo del personale del Comune di Roma Raffaele Marra. Per questo i consiglieri di Inpgi Futuro Carlo Chianura e Paola Cascella hanno scritto alla presidente dell’istituto Marina Macelloni per chiedere chiarimenti.

Tutto parte dal palazzo affittato nel 2006 a Largo Loria dall’Inpgi (il più grande immobile di proprietà dell’istituto) alla Milano 90 srl di Scarpellini. Una vicenda di cui Puntoeacapo ha scritto ripetutamente tra lo scorso anno e quest’anno e che ha riservato a luglio un finale a sorpresa.

In sintesi Scarpellini, dopo aver lasciato da circa due anni l’immobile nonostante un contratto che si sarebbe dovuto concludere nel 2026, ha proposto all’istituto una transazione per chiudere i conti sulle morosità. Importo: 2,1 milioni di euro.

Nello scorso luglio, dopo i chiarimenti ulteriori richiesti da Cascella e Chianura sulla transazione con la società Milano 90 srl, il Cda riceve una nuova proposta di 2,4 milioni di euro per le pregresse morosità, cifra superiore di 300.000 euro alla iniziale proposta della controparte. La accetta.

“Ci sembra di ricordare che questa somma – secondo accordi proposti dall’ex consulente Inpgi sul caso Sopaf, Andrea Marani – avrebbe dovuto essere versata entro ottobre”, scrivono i due consiglieri della lista sostenuta da Puntoeacapo.

“Vorremmo sapere se ciò è effettivamente avvenuto e, se no, perché e quale è stato per l’Inpgi l’esito in tribunale del sequestro giudiziario del palazzo di proprietà del Gruppo Scarpellini in zona Tor Vergata del valore di circa 3 milioni di euro messo in atto come contromisura a tutela dell’istituto per recuperare il proprio ingente credito”.

“Vorremmo anche chiedere, a latere”, concludono Chianura e Cascella, “che cosa intenda fare ora l’Inpgi del palazzo di largo Loria che da circa 2 anni è sfitto e che all’inizio del 2016 è stato conferito al Fondo Amendola gestito dalla Investire Sgr”.

Una curiosità finale. Con l’occasione sarebbe anche opportuno chiarire quanto abbia incassato in questi ultimi anni l’istituto da Wind per il canone di locazione del lastrico solare del palazzo di largo Loria dove sono stati installati i ripetitori per telefoni cellulari di suoi utenti residenti nella zona di Roma Sud.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*


uno × 3 =